parallax background

Visual Content

Pubblicato il 22 Gennaio 2014
Strumenti
 

Un’ efficace persistenza, universalità, capacità di evocare e provocare allo stesso tempo, le immagini da sempre rivelano un’innata capacità comunicativa, sintesi perfetta di versatilità e rapidità di fruizione. Sono fortemente sintetiche, non portano con sè una chiara demarcazione delle aree di legittimità, e creano un importante contatto metacomunicativo tra gli interlocutori. E allora ecco alcuni buoni motivi per strutturare attraverso di esse dei nuovi format di comunicazione modulando attorno nuove strategie per il nostro business:

1. L’online è visual content oriented

All’interno di quasi tutte le principali piattaforme social, le immagini giocano un ruolo chiave nello stimolare interazioni e conversazioni, più del testo.

2. Alle immagini si presta maggior attenzione

La loro velocità di fruizione fa si che si crei meno rumore attorno. Nelle newsfeed di Facebook, o nell’interfaccia di un blog, ad esempio, una buona immagine cattura immediatamente il nostro sguardo, mettendo in ombra tutte le parole ed i testi che le ruotano attorno.

3. Amiamo condividere visual

Proprio per la loro universalità e semplicità di fruizione, tendiamo a condividere con maggiore facilità immagini, piuttosto che mille parole, proprio a cercare un’interazione rapida e diretta con il nostro pubblico

4. I Visual arrivano al cuore

Studi scientifici e neurologici testimoniano come le immagini accendono le parti del nostro cervello responsabili delle emozioni (amigdala). L’informazione visiva gioca un ruolo strategico nell’attivare processi emotivi che favoriscono l’accesso diretto al nostro sistema di conoscenze con la possibilità di stabilire una connessione diretta con il nostro io più intimo.

5 Le immagini sono l’anticamera di una conoscenza profonda

Se opportunamente strutturata un’immagine racchiude in sé un potenziale narrativo incredibile, un intero racconto da costruire e sviluppare, innato, per andare oltre quell’enorme sintesi informativa che l’immagine ci offre ma che a volte rischia di non essere esaustiva.

6. La prima impressione è la strada diretta per accedere ad una buona impressione

Non bisogna mai escludere o sottostimare le opinioni che si formano nell’istante in cui dedichiamo per la prima volta attenzione ad una nuova immagine. Se nella percezione di un brand, la copertina del libro che si vuole acquistare, il vestito da indossare per un importante meeting, ci lasciamo guidare fortemente dalle immagini e soprattutto dalla loro prima impressione, ancor di più deve valere per la nostra business image.

7. Le immagini ci rendono felici

Allo stesso modo di come le persone sono attratte da modelli di bellezza e di positività come riferimento per le loro azioni, le immagini che evocano atmosfere di serenità, felicità ed altre caratteristiche positive, inevitabilmente ci attraggono e rapiscono tutta la nostra attenzione.

8. Le immagini inducono azioni

Influenzano comportamenti, noi ci muoviamo, iniziamo un percorso, una scelta in generale, molto spesso perchè attratti da uno stimolo visivo che accompagna l’azione che stiamo per intraprendere.

9. Le immagini sono visibili sempre

Le immagini possono essere fruite e comprese anche sui piccoli schermi, soluzione ideale per superare tutte le problematiche connesse alla fruizione del messaggio attraverso differenti devices.

10. Le immagini parlano al mondo

Non hanno bisogno di traduzione e riescono ad inserirsi con maggiore presa nell’ecosistema culturale di individui di diversa lingua.

W
Gianluca Abbruzzese
CEO & Founder Lascò